Pianificazione familiare

Dove posso trovare informazioni riguardanti la gravidanza e la nascita? Come proteggersi da una gravidanza indesiderata? Troverete tutte queste informazioni e altre ancora nella rubrica dedicata alla sessualità e alla pianificazione familiare!

Domande importanti sulla sessualità e la pianificazione familiare

Cos’è la pianificazione familiare e come funziona?

Cos’è la pianificazione familiare e come funziona?

A volte, all’interno della coppia arriva il momento in cui si desidera fondare una famiglia. È possibile agire per evitare una gravidanza o per esaudire il desiderio di avere un bambino. Ma non si può pianificare tutto; ci possono essere delle gravidanze indesiderate o delle difficoltà nell’avere un bambino, circa il 20% delle coppie non possono avere figli.

I centri di pianificazione familiare offrono delle consultazioni gratuite e aperte a tutti, facilmente accessibili, senza limiti di età e dove è garantito l’anonimato.

Centri di pianificazione familiare in Ticino

Centri di pianificazione familiare in Svizzera

Centri di consulenza sulla sessualità

Dove si possono trovare informazioni sulla gravidanza e il parto?

Dove si possono trovare informazioni sulla gravidanza e il parto?

Il ginecologo è l’interlocutore principale in caso di gravidanza. Effettua delle visite mediche a intervalli regolari per osservare lo sviluppo del bambino e identificare eventuali rischi per la madre o il bambino. Potete rivolgervi a una levatrice per domande legate al parto.

Gli ospedali propongono dei corsi di preparazione al parto. Offrono consigli e informazioni sul parto, l’allattamento e il ruolo di genitore. In alcune regioni, è possibile seguire il corso in varie lingue.

Ente ospedaliero cantonale

Federazione svizzera delle levatrici : dove trovare indirizzi utili (in tedesco)

Come prepararsi formalmente alla nascita di un bambino?

Come prepararsi formalmente alla nascita di un bambino?

L’amministrazione dell’ospedale richiede il libretto di famiglia e il certificato di domicilio per dichiarare il bambino all’Ufficio di stato civile.

Prima della nascita (al più tardi durante le ultime settimane di gravidanza) dovete scegliere il nome di vostro figlio, da comunicare poi in ospedale, e assicurarlo presso una cassa malati.

Se i genitori non sono sposati, il padre deve riconoscere il bambino, facendosi dichiarare ufficialmente come padre del bambino presso l’Ufficio di stato civile. I genitori non sposati saranno contattati dalle autorità di tutela dopo la nascita del bambino, per assicurarsi che i contributi familiari siano versati.

Dove deve avvenire il parto?

Dove deve avvenire il parto?

Il medico ginecologo o la levatrice vi iscrivono all’ospedale cantonale all’avvicinarsi del termine della gravidanza. Potete scegliere di partorire in ospedale o in una casa della nascita, come la maggior parte delle donne, ma è possibile scegliere di partorire anche a casa con l’aiuto della levatrice. Il parto a casa è consigliato solo se la gravidanza non presenta complicazioni.

Ente ospedaliero cantonale

Associazione svizzera delle case della nascita (in francese e tedesco)

Federazione svizzera delle levatrici : dove trovare indirizzi utili (in tedesco)

 

Dove posso trovare aiuto e consigli dopo la nascita di un figlio?

Dove posso trovare aiuto e consigli dopo la nascita di un figlio?

Nei giorni che seguono il parto, la madre deve riposarsi fisicamente e psicologicamente. Nel corso della prima settimana, sia la madre sia il bambino sono presi a carico dal personale medico. L’assicurazione malattia di base copre i costi degli esami durante la gravidanza, il parto e le cure mediche post-parto, come pure alcuni costi legati alla preparazione al parto e l’accompagnamento all’allattamento.

Una volta che la madre e il neonato sono a casa, i servizi di consultazione per le madri, i padri e i genitori offrono numerosi corsi sul tema della nutrizione, dello sviluppo e dell’educazione del bambino. Alcuni corsi sono offerti in varie lingue.

In Svizzera, esiste un’assicurazione maternità prevista dalla legge: le mamme che lavorano beneficiano di 14 settimane di congedo dopo la nascita del bambino e ricevono l’80% del salario medio, denominato anche indennità di maternità o congedo maternità. Non esiste il congedo legale per i padri. Solo qualche datore di lavoro, e alcune amministrazioni pubbliche cantonali, offrono ai padri un congedo paternità pagato.

Assistenza e cura a domicilio del Mendrisiotto e Basso Ceresio

Informazioni sul congedo maternità

Informazioni sull’indennità di maternità e la protezione salariale durante la gravidanza

Come ci si protegge da una gravidanza indesiderata?

Come ci si protegge da una gravidanza indesiderata?

Esistono vari metodi contraccettivi che permettono di evitare che la donna rimanga incinta. La coppia deve discutere insieme della scelta del metodo che conviene a entrambi; un appuntamento con il medico ginecologo può guidare nella scelta. Alcuni metodi contraccettivi necessitano di una prescrizione medica, per esempio per l’acquisto della pillola.

Attenzione: solo l’uso del preservativo protegge da una gravidanza indesiderata e dalle malattie sessualmente trasmissibili. È possibile procurarsi dei preservativi nei supermercati, nei grandi magazzini o in farmacia.

In seguito a un rapporto sessuale non protetto, o in caso di fallimento di un metodo contraccettivo (per esempio se il preservativo si rompe), la donna ha la possibilità di prendere la pillola del giorno dopo. Si tratta di una contraccezione d’emergenza che ostacola la possibilità di una gravidanza indesiderata.

Se siete rimaste incinta involontariamente o senza averlo pianificato, potete rivolgervi al vostro medico, ginecologo o presso i centri di pianificazione familiare. Se lo desiderate, è possibile interrompere la gravidanza. I centri di consultazione possono aiutarvi e sostenervi in questa difficile decisione; gli specialisti sono tenuti al segreto professionale. Ogni Cantone dispone di centri di consultazione che trattano temi come la gravidanza, la pianificazione familiare, la sessualità e le malattie sessualmente trasmissibili.

Informazioni sui vari metodi contraccettivi

Vari documenti sulla pianificazione familiare

Pillola del giorno dopo, contraccezione d’urgenza

Che legame esiste tra sessualità e salute?

Che legame esiste tra sessualità e salute?

L’attività sessuale è parte integrante di uno stile di vita sano. È possibile sentirsi a proprio agio tra partner che s’intendono sessualmente, che si rispettano e che conoscono il proprio corpo e i propri bisogni e desideri. I problemi durante i rapporti sessuali possono comunque essere frequenti. Ci possono essere varie cause, sia fisiche sia psicologiche. Prendete coraggio e parlatene con il vostro medico o ginecologo, urologo o con un consulente di pianificazione familiare; possono aiutarvi a trovare una soluzione.

Anche in assenza di sintomi, le donne dovrebbero farsi visitare una volta l’anno da un ginecologo, al più tardi dall’età di 20 anni. Questi esami preventivi permettono, per esempio, di individuare precocemente un eventuale cancro al seno o del collo dell’utero.

Come ci si protegge dalle malattie sessualmente trasmissibili?

Come ci si protegge dalle malattie sessualmente trasmissibili?

Tutte le persone sessualmente attive devono proteggersi dalle malattie contagiose. Il rischio di contagio da una malattia sessualmente trasmissibile è elevato, sia per le donne sia per gli uomini, in caso di rapporto non protetto. La sola garanzia è un esame medico che assicuri l’assenza di malattie trasmissibili. Ma in alcuni casi, il periodo d’incubazione ha una durata di alcune settimane o alcuni mesi (come per l’HIV), quindi il test non può rivelarne la presenza perché il corpo non ha ancora iniziato a produrre gli anticorpi. Per questo motivo, è necessario utilizzare dei preservativi, soprattutto se non si conosce il partner o se si hanno rapporti con più partner.

Se pensate di aver contratto una malattia sessualmente trasmissibile, consultate un medico il più presto possibile. Le possibilità di guarire sono maggiori se intervenite rapidamente.

In caso di rapporto sessuale non protetto, le donne rischiano di contrarre dei virus che provocano il cancro dell’utero, soprattutto se l’età varia tra i 16 e i 25 anni. Esiste un vaccino contro questo virus. L’Ufficio federale della sanità pubblica lo consiglia a tutte le ragazze tra gli 11 e i 14 anni d’età, o comunque, si consiglia di farsi vaccinare prima di essere sessualmente attive.

La maggior parte delle malattie sessualmente trasmissibili sono curabili. Ad eccezione dell’AIDS. La deficienza immunitaria creata dal virus è la conseguenza di un’infezione dell’HIV ed è incurabile, può provocare altre malattie gravi e può portare al decesso.

Varie informazioni sulla salute : cercare "Malattie sessualmente trasmissibili/Aids"

Opuscolo “Vivere con l’HIV

Aiuto AIDS svizzero

Centri regionali di aiuto AIDS

Informazioni sul papilloma virus umano e il cancro dell’utero

 

Concetto e realizzazione di:
Percento
conTAKT-net
© 2018 Chiasso integrazione - Privacy - Impressum