Assicurazioni sociali

In che modo si è assicurati in caso di malattia o incidente? Chi ha diritto a ricevere i sussidi familiari? Come mettere da parte dei soldi per l’età del pensionamento? Troverete tutte queste informazioni e altre ancora nella rubrica dedicata alle assicurazioni sociali!

Domande importanti riguardanti le assicurazioni sociali

Come funziona l’assicurazione vecchiaia e superstiti (AVS)?

Come funziona l’assicurazione vecchiaia e superstiti (AVS)?

L’abbreviazione AVS significa assicurazione vecchiaia e superstiti. E’ stata creata nel 1948 e rappresenta la principale assicurazione sociale in Svizzera.
Tramite delle rendite vecchiaia, l’AVS assicura un reddito minimo all’età del pensionamento (al momento di lasciare l’attività professionale). In Svizzera l’età del pensionamento è fissata a 64 anni per le donne e 65 anni per gli uomini. Tramite la rendita superstiti, l’AVS evita che coniuge e figli dell’assicurato si ritrovino, in seguito al suo decesso, in una situazione finanziaria difficile.
L’AVS si basa sul principio della solidarietà. La popolazione attiva professionalmente finanzia gli attuali pensionati, e conta sul fatto che le generazioni future faranno lo stesso. Questa assicurazione è obbligatoria a partire dall’età di 18 anni e per tutte le persone che vivono e lavorano in Svizzera. L’AVS è finanziata da contributi sociali trattenuti sugli stipendi dei dipendenti, dai contributi pagati dai datori di lavoro, dallo Stato e dai Cantoni.
Le persone che raggiungono l’età del pensionamento devono notificarsi alla cassa di compensazione competente entro tre o quattro mesi del raggiungimento dell’età pensionabile.

Ufficio federale delle assicurazioni sociali (UFAS) : informazioni sull'AVS

Ulteriori informazioni sull’AVS

Indirizzo delle casse di compensazione cantonali

Canton Ticino: Istituto delle assicurazioni sociali (IAS), Via Ghiringhelli 15a, 6500 Bellinzona, tel 091 821 91 11, E-Mail:

A cosa serve l’assicurazione per l'invalidità (AI)?

A cosa serve l’assicurazione per l'invalidità (AI)?

L’abbreviazione AI significa assicurazione invalidità. E’ una delle principali assicurazioni in Svizzera insieme all’AVS. Si qualifica come invalido chi non può più lavorare a causa di un problema di salute (problema fisico, psicologico o mentale), in modo permanente o prolungato (almeno un anno).

La missione principale dell’AI è di reintegrare l’assicurato nella vita professionale tramite una serie di misure di reinserimento. Se queste misure non sono sufficienti per raggiungere l’obiettivo, l’AI versa una pensione alla persona assicurata.

Ufficio federale delle assicurazioni sociali (UFAS) : informazioni sull'assicuazione invalidità (AI)

Comune di Chiasso : Agenzia comunale AVS/AI, Via H Dunant 2, 6830 Chiasso, tel. 091 695 08 11

Istituto delle assicurazioni sociali (IAS)

Informazioni supplementari sull'assicurazione invalidità

Chi e cosa copre l’assicurazione contro gli infortuni (AINF)?

Chi e cosa copre l’assicurazione contro gli infortuni (AINF)?

L’assicurazione infortuni copre le spese mediche legate ad un incidente. Inoltre, versa un’indennità giornaliera (in sostituzione del salario) in caso di inabilità lavorativa temporanea o una pensione a lungo termine in caso di un inabilità di lunga durata o decesso.

Tutti i salariati che lavorano in Svizzera sono assicurati contro gli infortuni.

  • Se lavorate almeno otto ore alla settimana presso un datore di lavoro, siete assicurati/e contro gli infortuni (accaduti sul posto di lavoro, andando al lavoro o quando non lavorate).
  • Se invece lavorate meno di otto ore alla settimana presso un datore di lavoro, siete assicurati solo per gli incidenti che avvengono sul posto di lavoro o durante il tragitto di andata e ritorno. Per gli incidenti che possono capitare nei momenti in cui non lavorate (ad esempio a casa vostra) dovete sottoscrivere un’assicurazione infortuni presso una cassa malati.
  • I disoccupati che percepiscono un’indennità di disoccupazione sono automaticamente assicurati.

Non sono assicurate le persone senza impiego, come le madri o i padri a casa, i bambini, gli studenti, i pensionati o i disoccupati che hanno terminato il periodo quadro. Queste persone devono obbligatoriamente sottoscrivere un’assicurazione infortuni presso una cassa malati.

In caso d’incidente ecco come procedere: dichiarate subito l’incidente al vostro datore di lavoro o alla cassa malati. Il formulario necessario è disponibile presso il vostro datore di lavoro o la vostra cassa malati.

Ufficio federale delle assicurazioni sociali (UFAS) : informazioni sull'assicurazione contro gli infortuni (AINF)

Come è organizzata l’assicurazione contro la disoccupazione (AD)?

Come è organizzata l’assicurazione contro la disoccupazione (AD)?

Ogni persona che esercita in Svizzera un'attività salariata è assicurata contro la disoccupazione. L’importo dell’assicurazione è direttamente prelevato alla fonte (dal salario) e appare sul certificato di salario. L’assicurazione contro la disoccupazione versa un’indennità in caso di disoccupazione, di disoccupazione parziale, di interruzione del lavoro a causa di intemperie o in caso in insolvibilità del datore di lavoro. Di regola, l’indennità corrisponde al 70% del salario lordo (salario AVS). Questa indennità può arrivare fino all’80% del salario lordo (salario AVS), se l’assicurato ha figli e guadagna meno di 4000.- CHF o in caso di invalidità. Questa indennità viene versata durante un periodo di tempo determinato, legato all’età dell’assicurato e al tempo di lavoro svolto prima della perdita del lavoro. In Svizzera, per averne diritto bisogna aver lavorato almeno 12 mesi durante i 2 anni che precedono la perdita dell’impiego. Gli indipendenti non hanno diritto alla disoccupazione.

Per poter richiedere un’indennità di disoccupazione dovete iscrivervi presso l’Ufficio regionale di collocamento (URC). Dovete farlo appena vi annunciano il vostro licenziamento, ciò significa prima ancora di essere disoccupato. Se non siete ancora affiliato a nessuna cassa di disoccupazione, potrete risolvere il tutto presso l’URC.

Ufficio regionale di collocamento Chiasso, Via E. Bossi 12, 6830 Chiasso, tel. 091 815 76 11, email: 

Ufficio federale delle assicurazioni sociali (UFAS): informazioni sull'assicurazione contro la disoccupazione (ADI)

Chi e cosa copre l’assicurazione malattia (LAMal)?

Chi e cosa copre l’assicurazione malattia (LAMal)?

Ogni persona residente in Svizzera è obbligata a sottoscrivere un’assicurazione malattia, ovvero essere affiliata ad una cassa malati. La cassa malati vi assicura contro le spese in caso di malattia, gravidanza o incidente. Solo una parte delle spese di consultazione medica, di ospedalizzazione o alcuni medicamenti rimane a vostro carico. La cassa malati si assume tutto il resto.

L’obbligo è previsto su quella che si chiama assicurazione di base. Le casse malati devono accettare qualsiasi persona nell’assicurazione di base, indipendentemente dalla loro età o stato di salute. Ogni persona è libera di scegliere la propria cassa malati.

Le prestazioni dell’assicurazione di base sono sempre le stesse. Ad esempio, i trattamenti presso lo studio medico o l’ospedale, i medicamenti e gli esami di laboratorio prescritti dal medico, la psicoterapia e la fisioterapia, gli esami svolti durante la gravidanza, le vaccinazioni, gli esami della salute per i bambini e una parte delle spese per i trasporti in ambulanza. L’assicurazione di base non copre le spese per le usuali cure dentistiche.

Potete volontariamente sottoscrivere un’assicurazione complementare per la quale pagherete un premio più elevato. L’assicurazione complementare copre delle prestazioni supplementari, come le cure dentistiche, l’omeopatia, la degenza in camera doppia o singola presso ospedali o cliniche. L’assicurazione di base senza la complementare copre le spese di ospedalizzazione in camera comune.

L’assicurazione infortuni è inclusa nell’assicurazione malattia, ma i salariati sono già coperti dall’assicurazione infortuni del datore di lavoro. Se siete in questa situazione potete domandare alla vostra cassa malati di eliminare l’assicurazione infortuni dalla vostra polizza. Questo comporterà una diminuzione del premio assicurativo.

Ufficio federale delle assicurazioni sociali (UFAS) : informazioni sull'assicuarzione malattia (LAmal)

Istituto delle assicurazioni sociali (IAS)

www.acsi.ch

comparis.ch : informazioni sulle prestazioni dell'assicurazione malattia di base

Com’è regolamentata la previdenza professionale (II pilastro)?

Com’è regolamentata la previdenza professionale (II pilastro)?

Il 1° pilastro della previdenza sociale è l’AVS, che funziona secondo il principio di un sistema di ripartizione: la generazione attiva paga le rendite dei pensionati. Per completare la rendita AVS esiste un 2° pilastro che funziona secondo il principio di capitalizzazione: il vostro datore e voi stessi versate dei contributi che vi permetteranno di ricevere un capitale e/o una rendita mensile dal momento del pensionamento, calcolato secondo i montanti versati.

Sono le diverse casse pensioni e assicurazioni che organizzano la previdenza professionale. Tutti i lavoratori salariati sono obbligatoriamente assicurati presso una cassa pensione, tranne quelli che guadagnano meno di 21’150 CHF all’anno (cifra valida per il 2015). La previdenza professionale non è obbligatoria per i professionisti indipendenti, ma possono liberamente aderire a una cassa pensione. Sono i datori di lavoro che scelgono la cassa pensione, che spesso sono organizzate secondo la categoria professionale.

La vostra cassa pensione v’informa ogni anno sul capitale che avete risparmiato e la rendita che potreste ricevere. La somma risparmiata potrà esservi rimborsata nel caso lasciate definitivamente la Svizzera o investita per l’acquisto della vostra abitazione.

Ufficio federale delle assicuazioni sociali (UFAS): informazioni sulla previdenza professionale (2° pilastro)

Istituto delle assicurazioni sociali (IAS)

Comune di Chiasso

Quali sono le possibilità di assicurazione previdenza individuale (III pilastro)?

Quali sono le possibilità di assicurazione previdenza individuale (III pilastro)?

Oltre all’AVS e al 2° pilastro, esiste anche la previdenza individuale, il terzo pilastro. Il terzo pilastro (più precisamente, pilastro 3a) prevede di pagare volontariamente delle quote per il vostro pensionamento. Lo Stato incoraggia questo tipo di risparmio tramite dei vantaggi fiscali, mettendo comunque un tetto massimo.

I salariati che già versano un contributo all’AVS e alla cassa pensione possono versare in più 7’000 CHF supplementari all’anno (l’ammontare varia di anno in anno) in questo terzo pilastro e dedurre questo importo dalle loro tasse. Gli indipendenti possono versare il 20% del loro guadagno annuo in questo terzo pilastro e dedurre l’ammontare dalle loro tasse (anche questo versamento prevede un tetto massimo). Il terzo pilastro è dunque la sola possibilità di previdenza professionale per questa categoria di lavoratori.

Ufficio federale delle assicurazioni sociali (UFAS) : informazioni sul terzo pilastro

Quali sono le prestazioni in caso di maternità?

Quali sono le prestazioni in caso di maternità?

In Svizzera esiste un’assicurazione maternità prevista dalla legge: le madri attive beneficiano dopo la nascita di un figlio di 14 settimane di congedo maternità e ricevono l’80% del loro salario. In Svizzera non è previsto un congedo di paternità. Solo alcuni datori di lavoro (come ad esempio l’amministrazione pubblica di alcuni Cantoni) dopo la nascita concedono ai padri un congedo paternità pagato di alcune settimane.

Informazioni su congedo e indennità di maternità

Ufficio federale delle assicurazioni sociali (UFAS) : la protezione della maternità

Ufficio federale delle assicurazioni sociali (UFAS) : informazioni sull'indennità di maternità e la protezione delle salariate durante la gravidanza

Chi beneficia degli assegni famigliari?

Chi beneficia degli assegni famigliari?

Tutti, salariati e indipendenti, ricevono gli assegni familiari per ogni figlio:

  • minimo 200.- al mese per figlio
  • minimo 250.- al mese per i figli da 16 a 25 anni che sono in formazione (chiamata indennità di formazione professionale)

I Cantoni sono liberi di aumentare questo importo minimo. Gli assegni sono versati al genitore che riceve il salario più elevato.

Le persone inattive hanno pure diritto di ricevere questi assegni in ogni Cantone. Il loro reddito non deve superare i 41'760.- CHF annui (nella maggior parte dei Cantoni). Riguarda in misura minore i salariati, ma per lo più gli studenti che ricevono un piccolo guadagno extra.

Gli indipendenti di solito non ricevono alcun assegno familiare, ma per loro i Cantoni sono liberi di applicare speciali regolamentazioni.

Gli assegni familiari sono versati ai salariati dai datori di lavoro direttamente sul salario. Mentre alle persone inattive o agli indipendenti sono versati dalla cassa cantonale di compensazione degli assegni familiari.

Ufficio federale delle assicurazioni sociali (UFAS) : ulteriori informazioni sugli assegni familiari

Istituto delle assicurazioni sociali (IAS)

Concetto e realizzazione di:
Percento
conTAKT-net
© 2018 Chiasso integrazione - Privacy - Impressum